Vacanze in offerta. Un nome che ha iniziato a circolare pesantemente nel settore turistico di incoming ed outgoing. Tre vocaboli “Vacanze in offerta” che si sono affacciati nel varigato panorama del mercato dei viaggi, e che sembrano aver catalizzato da subito l’attenzione di milioni di utenti, interessati agli scontri last minute che vengono offerti.

Le vacanze in offerta infatti permettono di accedere ad una serie di sconti sui normali prezzi delle vacanze
o dei pacchetti all inclusive, non solo in modalità last minute, ma anche con grande anticipo sulla data della partenza. Ma cosa sono in pratica le vacanze in offerta, chi li mette a disposizione?

Ci permettiamo una piccola regressione per spiegare meglio come si è arrivati alla creazione ed allo sviluppo delle vacanze in offerta. Innanzitutto il mercato turistico è sempre stato prodigo di iniziative del genere. Molti i tour operator che inventano veri e propri concorsi, periodi di sconti, prezzi al ribasso per mantenere viva l’attenzione degli utenti. Inizialmente solo e soltanto i tour operator però si occupavano di questo aspetto nella creazione di pacchetti viaggio, spesso con la complicità di gestori di strutture ricettive e di compagnie di trasporto. La scontistica applicata al tema dei viaggi si è a mano a mano sviluppata, in settori diversi ma sempre con l’obiettivo di attirare l’attenzione del maggior numero di turisti possibile. Si pensi in questo senso alle novità introdotte dalle pratiche Last Minute, che permettono di accedere scontri per prenotazioni dell’ultimo minuto, o dei ormai famigerati voli Low Cost creati dalle piccole compagnie aeree, che hanno modificato del tutto il modo di viaggiare delle persone, ed hanno infine “costretto” le grandi compagnie di bandiera a prevedere un tot di voli a basso costo nei loro programmi.

Oggi si è arrivati al buono, proprio come il buono pasto per fare la spesa. Si tratta di piccoli coupon tramite i quali si accede allo scontro per una vacanza all inclusive. Tali coupon hanno recentemente invaso il mondo del commercio: si pensi ad iniziative di società come Groupon, che oggi come oggi sono in grado di vendere davvero di tutto, dalle visite mediche private ai pasti, dai vestiti ai viaggi, appunto. E possibile vedere questi coupon pubblicizzati un po’ ovunque: sulle riviste, in TV, su Internet. L’iniziativa è stata più che vincente, nonostante qualche reclamo circa tempi di ricezione della merce e qualche altro spiacevole inconveniente.

Per tornare al discorso sul turismo possiamo dire che oggi sono ancora i tour operator a creare ed organizzare i viaggi “tutto incluso”, che poi vendono a questo tipo di società a prezzi competitivi. Una sorta di intermediazione quindi, che riesce tuttavia a garantire il miglior presso all‘utente interessato. Per trovare le liste dei prodotti messi a disposizione consigliamo di consultare i siti Web delle società che si occupano di questa vendita. Li troverete di certo tutte le informazioni necessarie per l’acquisto dei buoni.